Negli ultimi tempi si sente molto parlare dei denti in rapporto alla postura. Vengono sempre più utilizzati (forse abusati) i bite da parte dei dentisti per correggere la malocclusione in caso di sintomi come torcicollo e mal di schiena.

Si tratta solo di una moda o c’è del vero in tutto questo?

Denti e postura:

I rapporti fra denti e postura sono numerosi dal punto di vista anatomico. Alcuni muscoli della mandibola, ad esempio, si inseriscono sull’osso ioide. Quest’osso è il timone delle tensioni cervicali, della clavicola e della spalla. Quindi qualsiasi squilibrio del modo di masticare può creare delle disfunzioni al collo e agli arti superiori.

Forse non ci hai fatto mai troppo caso ma pensa a quante volte hai stretto i denti durante uno sforzo muscolare, ad esempio sollevando un bilanciere in palestra.

Questo è solo il rapporto muscolare. Ci sono anche dei collegamenti nervosi poiché il nervo trigemino, famoso per la sua terribile nevralgia, è connesso al nucleo trigemino-cervicale. Quindi qualsiasi tensione nei muscoli masticatori e nella ATM (articolazione temporomandibolare) può trasferirsi alle prime vertebre cervicali.

I denti e la bocca sono inoltre una grossa discarica emotiva. Mordere e digrignare in natura sono sempre stati un segno palese di aggressività. Spesso quando siamo in situazioni di stress e non possiamo di certo sbranare il direttore, scarichiamo questo stress serrando i denti.

Serrare e digrignare fanno parte di un fenomeno chiamato bruxismo che si verifica spesso durante il sonno. Il bruxismo sul lungo termine può essere dannoso perché tende a consumare i denti e a danneggiare l’articolazione della mandibola che ha un disco proprio come la colonna vertebrale.

Ovviamente i denti e la bocca fanno parte di un sistema molto complesso come la postura. Bisogna trattarli solo quando c’è il necessario bisogno e non solo perché qualche calciatore indossa il bite durante il match.

Il modo migliore per farlo è attraverso la collaborazione fra dentista e osteopata. Il primo può diagnosticare la malocclusione e posizionare un bite, il secondo può sciogliere i muscoli della masticazione e l’articolazione della mandibola.

Se questo articolo ti è piaciuto segui quelli della settimana prossima dedicati al mal di schiena.

Dott. Carlo Conte