Negli articoli precedenti ti ho parlato delle biotipologie e del perché è utile conoscere la propria biotipologia per vivere al meglio. Oggi ti parlo del biotipo endomorfo, se ti riconosci in questa descrizione ti consiglio di seguire i consigli finali.

 

Caratteristiche fisiche

Come ho già scritto in precedenza nella pratica è difficile incontrare caratteristiche pure. Ognuno di noi presenta quasi sempre caratteristiche miste. In linea generale però c’è sempre una prevalenza che ci indica la strada migliore da seguire.

L’endomorfo è caratterizzato da una corporatura rotonda, con il tronco largo e le cosce affusolate. La loro stazza è imponente tanto che l’endomorfia sembrerebbe essere correlata ad alti valori di densità dell’osso. Gli endomorfi sono dotati di grande forza fisica anche se le loro masse muscolari sono nascoste dalla tendenza ad accumulare adipe.

Metabolismo

Gli endomorfi fra i tre biotipi è quello più predisposto all’accumulo di tessuto adiposo, infatti tendono a prendere peso facilmente. È classico sentire dire loro la frase: “ingrasso anche se bevo un bicchiere d’acqua”.

Effettivamente gli endomorfi accumulano liquidi molto facilmente. Possono soffrire di ritenzione idrica, vene varicose e difficoltà del sistema linfatico.

Sistema nervoso

Gli endomorfi hanno una prevalenza del sistema parasimpatico che è quella parte del sistema nervoso deputato alla digestione e all’assorbimento delle sostanze. Oltre a queste funzioni il parasimpatico mantiene la frequenza cardiaca bassa, il ritmo respiratorio lento e un certo stato di calma.

Il biotipo endomorfo ha inoltre una predisposizione a produrre insulina. Questa è l’ormone dell’accumulo perché fa entrare i nutrienti all’interno delle cellule. Un eccesso di insulina oltre a stimolare l’aumento ponderale può predisporre al diabete di tipo 2.

Temperamento

Gli endomorfi sono dei veri e propri giganti buoni. A dispetto della loro stazza sono persone molto pacate, estroverse e comunicative. Facilmente infatti fanno parte di organizzazioni umanitarie.

Consigli utili

Se ti riconosci del tutto o in parte in questa breve descrizione potresti seguire alcuni di questi consigli utili per la tua biotipologia.

  1. Pratica attività fisica anaerobica. E’ importante per l’endomorfo praticare palestra per aumentare il metabolismo basale che in genere è basso.
  2. Non correre troppo. L’attività fisica aerobica inizialmente potrebbe essere controproducente. Andare a correre (peggio ancora su strada) quando non si è in peso forma può sottoporre ad un carico eccessivo ginocchia e caviglie.
  3. Pratica Judo. L’endomorfo per la sua corporatura è molto predisposto a quest’arte marziale che significa “la via della gentilezza”.
  4. Attenzione alle tre “P”. Data la tendenza all’accumulo di peso e alla produzione di insulina meglio non eccedere in pasta, pane e pizza!
  5. Linfodrenaggio. E’utile per l’endomorfo sottoporsi a dei cicli di linfodrenaggio per aiutare il sistema venoso e linfatico.
  6. Sauna e bagno turco. La stasi del sistema linfatico può portare all’accumulo di tossine. Sauna e bagno turco possono aiutarti ad eliminarle attraverso il sudore.
  7. Coltiva l’amore per il prossimo. Se aiutare i più deboli  ti fa stare bene ritaglia una parte del tuo tempo per dedicarti a questo nobile scopo.

Personaggio

Un personaggio famoso endomorfo? Il gigante buono Bud Spencer. Non a caso uno dei suoi film più famosi si intitolava “Chi trova un amico trova un tesoro”. Questo è particolarmente vero se l’amico è un endomorfo!

Segui il prossimo articolo per scoprire le caratteristiche e i consigli per il biotipo mesomorfo.

Dott. Carlo Conte