Il colesterolo è una molecola demonizzata da anni come causa di tutti i mali. In reatà sta subendo un processo di rivalutazione a sfavore degli zuccheri, cerchiamo di capirne di più.

Il colesterolo appartiene alla famiglia dei lipidi, più comunemente chiamati grassi. Quando pensiamo a questa molecola ci vengono subito in mente i danni ai vasi sanguigni, la formazione delle placche ateromasiche, il rischio cardiovascolare. Il colesterolo però svolge anche tantissime funzioni importanti per la tua salute.

Prima fra tutte fa parte delle membrane delle cellule. Ogni cellula infatti presenta una membrana che al suo interno racchiude il nucleo, il dna e tutti gli altri organelli. Il colesterolo serve appunto a queste membrane per essere stabili, un pò come i rinforzi metallici nei muri di cemento. Ovviamente l’eccesso di questa molecole può irrigidire eccessivamente la membrana rendendola meno funzionale.

Il colesterolo è fondamentale per la produzione di cortisolo. Quest’ultimo è praticamente l’ormone dello stress, senza il quale non saremmo in grado di fronteggiare le situazioni difficili.

Anche gli ormoni sessuali come il testosterone sono fatti a partire dal colesterolo, così come la bile e la vitamina d. La bile serve ai processi digestivi, la vitamina d è di grande importanza per la salute delle ossa e del sistema immunitario.

Un altro mito da sfatare è che si assuma in gran parte dagli alimenti. E’ esattamente il contrario. Essendo una molecola così importante per l’organismo circa il 90% del colesterolo è prodotto di notte dal fegato. Quindi oltre a limitare il consumo di alimenti grassi, sarebbe indicato mantenere sempre un fegato (e un intestino) sano e lontano dall’infiammazione.

Quindi il colesterolo non è solo una molecola cattiva. Va tenuto all’interno dei valori di riferimento perché fondamentale per mantenere una serie di funzioni vitali.

Dott.Carlo Conte