Come scritto nei precedenti articoli, dolori muscolari e stanchezza sono due sintomi che se abbinati possono essere causati da carenza di ferro. Ti ho parlato delle funzioni del ferro, del perché può essere carente e degli alimenti che ne contengono di più. Dopo aver sfatato alcuni miti come quelli degli spinaci ora ti scriverò alcuni trucchi per renderlo più assorbibile.

Il ferro per essere assorbito ha bisogno di alcuni cofattori che lo rendono più biodisponibile. In particolar modo per una buona assimilazione del ferro sono fondamentali vitamina C e vitamina B6.Le proprietà benefiche della vitamina C sono già molto note. I cibi che contengono vitamina C sono principalmente gli agrumi come le arance e limoni e in generale tutti i frutti aciduli (ananas, kiwi, fragole). Questa vitamina si trova anche in alcuni ortaggi colorati come i peperoni e pomodori. Addirittura l’assunzione di 200-500 mg di vitamina C al giorno, fa raddoppiare la quantità di ferro assorbita!La vitamina B6 si trova all’interno di frutta fresca, verdura e carne oltre che nei semi oleosi come mandorle, noci e pinoli. Il fabbisogno giornaliero di questa vitamina è di circa 2-3 mg al giorno.

E’ importante quindi per avere un buon assorbimento del ferro mangiare sempre una buona dose di frutta e verdura. Un semplice trucco può essere quello di spruzzare il succo di limone sulle carni per usare la vitamina C in combinazione al ferro.

Regolarizzare le analisi in caso di carenza di ferro è un passo fondamentale se soffri di stanchezza, affaticamente della vista e dolori muscolari diffusi.

Dott.Carlo Conte