Negli articoli precedenti ti ho parlato delle biotipologie e dell’importanza di conoscere il proprio biotipo per potenziare la propria salute. Ti ho parlato del biotipo ectomorfo, mesomorfo ed endomorfo. Questa classificazione va molto bene per gli uomini, meno per le donne. Per le donne infatti è più funzionale parlare di biotipo mela, pera ed uva.

Le donne sono profondamente differenti dagli uomini e questo vale soprattutto per l’assetto neurormonale. Per la presenza del ciclo mestruale infatti necessitano di una classificazione biotipologica diversa dall’uomo.

Mentre nell’uomo possiamo parlare di ectomorfo, mesomorfo ed endomorfo nella donna possiamo parlare di mela, pera ed uva. È molto semplice attraverso questa metaforo inquadrare la donna all’interno della propria biotipologia e darle i consigli utili a coltivare la propria salute.

La forma di mela

La donna con il corpo a forma di mela presenta particolari rotondità. In genere non vi è grande differenza fra il diametro del tronco e quello del bacino. Questo biotipo avrebbe una propensione agli squilibri del Pancreas e della glicemia. E’ d’altronde l’insulina a far accumulare adipe nel girovita.

La forma di pera

La donna con il corpo a forma di pera presenta un busto esile con  i fianchi più presenti e rotondi. Questo biotipo avrebbe una propensione gli squilibri epatici per una cattiva gestione degli estrogeni. Sono proprio questi infatti gli ormoni che fanno accumulare adipe nei fianchi.

La forma di grappolo d’uva 

La donna con il corpo a forma di grappolo d’uva ha il classico busto largo con le gambe molto e le caviglie molto sottili. Questo biotipo avrebbe una propensione agli squilibri renali con una cattiva gestione dei liquidi e del cortisolo. È questo l’ormone che fa accumulare adipe nella zona dorsale del corpo.

Per ognuna di queste biotipologie è consigliabile uno stile di vita, un’alimentazione e degli esercizi differenti. Scoprili nei prossimi articoli.

Dott. Carlo Conte