Nel precedente articolo ti ho parlato delle tre abitudini per dormire meglio senza farmaci. Oggi voglio darti altri tre semplici consigli sull’alimentazione per migliorare la qualità del sonno.

Quello che mangi a cena avrà infatti una grande influenza sulla tua qualità del sonno.

Gli alimenti non sono solo calorie

Siamo purtroppo abituati a guardare al cibo per il numero di calorie. Questa però è una visione poco funzionale dell’alimentazione.

È risaputo infatti che noi mangiamo molecole e non calorie e che, ad esempio, a parità di calorie un piatto di pasta e una fetta di carne avranno degli effetti totalmente diversi sul corpo.

Carboidrati a cena

Se non sussistono controindicazioni mediche come diabete o colesterolo alto, mangiare carboidrati a cena potrebbe essere un piccolo trucco per dormire meglio.

Gli zuccheri infatti stimolano la produzione di insulina che fa entrare amminoacidi nelle cellule, tranne il triptofano. Questo porta ad un aumento della concentrazione relativa del triptofano nel sangue favorendo il suo passaggio nel cervello. Il triptofano è il precursore della serotinina e della melatonina, neurotrasmettitori che regolano il ciclo sonno-veglia.

Attenzione agli eccitanti

È importante evitare sostanza eccitanti del sistema nervoso prima di andare a letto. Le sostanze eccitanti più facili da assumere con l’alimentazione sono la caffeina, il glutammato e l’istamina.

Non a caso il termine istamina deriva dal greco e significa “stare in piedi”.

L’istamina si trova soprattutto nella soia, nei crostacei e nel tonno, ma anche nei formaggi, nel vino rosso e insaccati. Il cioccolato ne favorisce il rilascio.

Il glutammato si trova soprattutto nel dado da brodo e nei ristoranti di cucina cinese e giapponese.

La caffeina… beh inutile specificarlo!

Alimenti sedativi

Al contrario dei precedenti saranno molto interessanti gli alimenti ad azione sedativa come la lattuga per il contenuto di lactucario (si può preparare riso e lattuga), la mela ricca di bromuro nella buccia (si può fare la tisana alla buccia di mela), le zucchine ricche di potassio e le mandorle ricche di litio. Tutti questi elementi hanno una azione rilassante sul sistema nervoso.

Se vuoi scoprire altri consigli utili a migliorare la qualità del sonno leggi il prossimo articolo.

Dott.Carlo Conte