Il sonno è uno stato di riposo durante il quale l’organismo sospende la coscienza e recupera energia fisica e psichica. Il sonno è biologicamente un imperativo per il sostenimento della vita e dalla sua qualità e quantità dipendono il nostro equilibrio psico-fisico.

Da quante fasi è composto il sonno?

Le fasi del sonno sono cinque. Le prime quattro fasi sono dette Non REM e sono caratterizzate dall’abbassarsi della frequenza delle onde cerebrali alfa tipiche dello stato di veglia alle onde theta (3-7Hz) e delta (0.5-4Hz).

La quinta fase è la più famosa, la cosiddetta fase REM, caratterizzata da rapidissimi movimenti oculari e basso tono muscolare. E’ proprio questa la fase in cui si presentano i sogni.

Quante ore bisogna dormire a notte?

Il mito delle 8 ore di sonno è oramai scientificamente superato. Ognuno è diverso dall’altro, ad esempio gli uomini hanno un bisogno di ore diverso dalle donne.
Sicuramente è importante non scendere sotto le 5 ore, ma ciò che conta davvero è la qualità del sonno e non la quantità.

Anche svegliarsi durante la notte, non troppo spesso ovviamente, dal punto di vista evolutivo può essere considerato qualcosa di assolutamente normale. Infatti se i nostri antenati avessero dormito 8 ore di fila, probabilmente sarebbero stati sbranati dagli orsi!

E’ per questo che alcuni neuroscienzati iniziano a considerare i risvegli notturni qualcosa di più vicino alla fisiologia, soprattutto se ci si riaddormenta facilmente.