In questa settimana le tre flash saranno dedicate ai problemi che notoriamente creano più imbarazzo e dei quali si tende a parlare poco col medico. Le emorroidi fanno sicuramente parte di questi problemi.

Le emorroidi, che già hanno un nome che è tutto un programma, sono delle fastidiose vene dilatate a livello dell’ultimo tratto dell’intestino, il retto e l’ano.

Quando queste vene si gonfiano possano essere fastidiose, dolorose e interferire con la normale vita quotidiana. Talvolta diventa problematico stare seduti troppo a lungo o praticare attività come andare in bicicletta.

Quali sono le soluzioni a questo problema?

Senza ovviamente parlare della chirurgia nei casi più severi ed invalidanti, ci sono dei rimedi molto utili per i casi più leggeri, che a parere del medico non necessitano di intervento.

L’aiuto in questo caso viene da una figura inaspettata, ovvero l’Osteopata. Le emorroidi infatti altro non sono che la punta dell’iceberg di un problema più profondo. Queste vene si dilatano a valle perché spesso sono la valvola di sfogo di un sistema bloccato e congestionato a monte.

Le emorroidi interne fanno capo al sistema venoso che va al fegato. Quindi beneficeranno del massaggio epatico e della manipolazione viscerale dell’intestino che serviranno a drenare il sangue venoso congestionato a quel livello. Molto importante in questo caso sarà anche migliorare la propria alimentazione per evitare la stipsi.

Le emorroidi esterne invece fanno capo alla circolazione venosa sacrale, quindi beneficeranno della manipolazione del sacro e della colonna vertebrale, della terapia cranio sacrale e degli esercizi di respirazione.

Due problemi apparentemente simili con due cause e due soluzioni molto diverse!

Molto utili ovviamente l’applicazione locale delle classiche creme lenitive e l’integrazione di probiotici specifici per il retto. Sarà importante infatti preferire ad un probiotico generico quelli che contengono la flora del Döderlein.

Dott. Carlo Conte