L’uso del ghiaccio per le articolazioni è molto diffuso come metodo casalingo, anche se spesso si commettono molti errori.

Il ghiaccio infatti è un’arma a doppio taglio e può avere delle controindicazioni inaspettate. In questo articolo ti insegnerò ad usarlo nel migliore dei modi senza cadere negli errori più comuni.

Quando si usa il ghiaccio sulle articolazioni?

Il ghiaccio è molto utile soprattutto dopo un trauma. Ad esempio subito dopo una distorsione di caviglia si verifano tutta una serie di reazioni a cascata tipiche dell’infiammazione acuta.

La caviglia si gonfia a causa dell’edema, diventa calda e fa male. Il ghiaccio in questo caso serve proprio a tamponare questi sintomi raffreddando la zona, riducendo l’edema grazie alla vasocostrizione e abbassando il dolore grazie al potere anestetizzante del freddo.

Il ghiaccio è inoltre molto importante a fermare le piccole emorragie che possono verificarsi a seguito dello stiramento dei legamenti di una articolazione.

Fin qui sembra tutto semplice; ma quali sono le migliori modalità di utilizzo del ghiaccio per non commettere errori?

  1. Il ghiaccio dopo un trauma va applicato abbastanza precocemente.
  2. Il ghiaccio non va mai a diretto contatto con la pelle. C’è sempre bisogno di un’interfaccia tra il ghiaccio e la pelle. Si può usare anche un semplice panno di lino o una asciugamano. Se si mette il ghiaccio a contatto con la pelle si può rischiare una ustione da freddo.
  3. Il tempo di applicazione è fondamentale. In genere il ghiaccio non dovrebbe essere tenuto più di 10-15 min! Questo è l’errore più comune, infatti spesso si pensa che più si tiene il ghiaccio a contatto con la parte e migliore sarà il risultato. In realtà avviene l’esatto contrario. Tenere il ghiaccio troppo tempo aumenta l’edema!
  4. Il ghiaccio post-trauma in genere andrebbe utilizzato nelle prime 48-72 ore. Successivamente le esigenze metaboliche del tessuto cambiano e il ghiaccio potrebbe rallentare la guarigione dei tessuti che invece richiedono sangue e nutrienti.

In caso di dolori cronici solitamente il ghiaccio è sconsigliabile. Per un dolore articolare cronico come nel caso dell’artrosi sarà più indicata l’applicazione di calore come gli impacchi di sale grosso di cui ti parlerò nel prossimo articolo.

Dott.Carlo Conte